//Carpi Foto Fest 2021: focus giovani – a cura del Gr. Fot. Grandangolo BFI di Carpi (MO)

Carpi Foto Fest 2021: focus giovani – a cura del Gr. Fot. Grandangolo BFI di Carpi (MO)

Carpi Foto Fest 2021: focus giovani – a cura del Gr. Fot. Grandangolo BFI di Carpi (MO)

 

 

 

 

 

 

 Carpi Foto Fest 2021: focus giovani

Tema: Segni. Tracce. Indizi.

 

 

Dal 5 al 7 marzo a Carpi la quinta edizione del festival di fotografia orientato ai giovani che quest’anno si articolerà online tra mostre, conferenze a tema, incontri face to face e letture portfolio

 

 

 

 

Segni, Tracce e Indizi: sarà lungo la scia di questi tre termini – dal significato simile ma non identico – che si svilupperà l’invito all’indagine e alla scoperta costituita dagli appuntamenti della quinta edizione di Carpi Foto Fest – Focus Giovani, la manifestazione promossa dal Gruppo Fotografico Grandangolo BFI, con il patrocinio di Comune di Carpi, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Modena, FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) e il contributo di Fondazione CR Carpi, i cui appuntamenti si svolgeranno online, sulla piattaforma GoToMeeting, da venerdì 5 a domenica 7 marzo.

 

 

Spiega così la scelta delle parole chiave del festival Danilo Baraldi, Presidente del Gruppo Fotografico Grandangolo, con il supporto di Gabriella Ascari: “Segni, tracce e indizi hanno una dimensione privata e pubblica, circoscritta ed estesa. Hanno origine dal soggetto, sono rappresentazioni esteriori di elementi interiori, complesse chiavi di lettura di un panorama intimo di difficile interpretazione, indicazioni oggettive e convenzionali di aspetti soggettivi e individuali. Segni, tracce e indizi sono anche su di noi, sono ciò che scegliamo per veicolarci all’esterno, sono il nostro abbigliamento, i tatuaggi, il taglio di capelli, le rughe: qual è la connessione tra questi elementi e il senso che esprimono o vorrebbero trasmettere? Li dominiamo e ne decidiamo natura e intensità, o sfuggono invece al nostro controllo per rappresentare e manifestare altro?

Segni, tracce e indizi segnalano il tempo e lo spazio nel mondo in cui viviamo, ci dicono dove siamo, quando siamo e come stiamo procedendo. Ci orientano e disorientano, prendendoci per mano e guidandoci o impedendoci di cogliere ciò che rivelano, come elementi di un linguaggio visivo che sfuggono alla nostra comprensione. Possiamo partire dal particolare e, per loro tramite, arrivare al generale, oppure possiamo restare sul livello più ampio e scendere in profondità. Ed è tutto questo che noi vogliamo indagare in questi tre giorni, grazie all’analisi e alla riflessione scaturita a partire dalle immagini dei fotografi che parteciperanno”.

 

 

Subito dopo l’inaugurazione, con i saluti delle Autorità, che si terrà venerdì 5 marzo alle ore 21:15, di Carpi Foto Fest entrerà nel vivo con FOTOGRAFIA INDIFESA, esperienze e riflessioni sulla fotografia dei luoghi, la conferenza di Daniele Cinciripini, fotografo e docente universitario, e Serena Marchionni, studiosa di fotografia contemporanea ed esperta di beni culturali e critica dell’arte. Asse portante della serata sarà il ragionamento sulla fotografia dei luoghi attraverso un excursus delle esperienze artistiche, curatoriali e formative che hanno caratterizzato l’attività quinquennale del centro di fotografia indipendente Ikonemi e non solo, i cui fondatori si interessano delle questioni principali che animano la pratica fotografica come esperienza artistica e relazione con il paesaggio.

 

 

 

Si proseguirà sabato 6 marzo con la giornata dedicata a una novità assoluta per la FIAF che, accanto al collaudato circuito nazionale ‘Portfolio Italia’, ha deciso di creare, complice la pandemia e le sue restrizioni, il mini-circuito del LABORATORIO DI PORTFOLIO ONLINE, in cui le letture dei progetti sono finalizzate a perfezionare, affinare e limare le opere presentate in vista della partecipazione al tradizionale circuito di Portfolio Italia. I lettori che metteranno la propria competenza, sensibilità e sapienza a disposizione della manifestazione sono Claudia Ioan, Docente del Dipartimento Didattica FIAF e Tutor Fotografico, Isabella Tholozan, lettrice della fotografia FIAF e Capo Redazione della rivista FotoIt, Massimiliano Tuveri, Docente del Dipartimento Didattica FIAF e Tutor Fotografico, Andrea Angelini, e i lettore della fotografia FIAF Antonio Desideri e Piera Cavalieri. Tutti loro si alterneranno nelle sette stanze di lettura, analizzando e commentando le opere presentate dagli autori iscritti a tema libero e [SEGNI TRACCE INDIZI], dalle ore 9:30 sino alle 16:40. Alla sera, alle ore 19:30, verranno comunicati i nomi dei premiati per il tema libero e per il tema [SEGNI TRACCE INDIZI], con Premio Speciale della Giuria per le sezioni Giovani e Senior.

 

 

 

 

Il giorno conclusivo, domenica 7 marzo, sarà caratterizzato dalla versione online dell’evento principe di Carpi Foto Fest, ovvero le mostre. Poiché non è possibile visionare personalmente le opere esposte, si svolgerà in remoto la lettura delle mostre fotografiche in modalità FACE to FACE, volta a fornire agli spettatori una chiave di lettura chiara e comprensibile per entrare nel mondo di ciascuno degli autori esposti. L’importanza delle nuove generazioni è sempre stata centrale per il festival che, non a caso, ha come sottotitolo focus giovani. E l’abituale Open Call, l’invito aperto a inviare i propri lavori per essere selezionati, è stata quest’anno sostituita dalla partecipazione su invito e segnalazione, che ha altrettanto efficacemente permesso di riunire un nutrito gruppo di giovani autori, provenienti da tutta Italia. Tra essi Alice Bianchi, Cesare Petrolini e Bruno Marzullo, vincitori delle Letture Portfolio dell’edizione 2019; Sula Chiovenda e Alessandro Giordano, due dei Finalisti all’Edizione 2020 di Talent Scout FIAF Young 2020; i giovani talenti emergenti Uliana Piro e Matteo Benvenuti, segnalati da Officine Creative Italiane di Perugia; Lavinia Ceccanti, segnalata dal Circolo Fotografico CREC Piaggio e da Silvia Tampucci di Livorno; Dante Marcos Spurio segnalato dal Laboratorio di lettura del territorio gestito da Daniele Cinciripini e Serena Marchionni a San Benedetto del Tronto; i giovani talenti emergenti segnalati dai tavoli di lettura Sara Francola e Noemi Comi. Ad alternarsi alle letture saranno invece Silvano Bicocchi, Direttore Dipartimento Cultura della FIAF, Gabriele Bartoli, lettore della fotografia FIAF, Daniele Cinciripini e Serena Marchionni, Docenti del Dipartimento Didattica FIAF e Tutor Fotografici, ed Erik Messori, fotogiornalista indipendente.

 

 

 

 

Per qualsiasi informazione è possibile inviare una mail a grandangolocarpi@libero.it, visitare il sito www.carpifotofest.weebly.com e la pagina Facebook Grandangolo Gruppo Fotografico.

 

Carpi Foto Fest è reso possibile anche grazie alla collaborazione con Officine Creative Italiane di Perugia; Il Circolo Fotografico CREC Piaggio di Pontedera, su segnalazione di Silvia Tampucci di Livorno; Ikomeni curato da Daniele Cinciripini e Serena Marchionni.

Fonte: Agorà di Cult