//CARPI INEDITA, BELLEZZE TUTTE DA SCOPRIRE

CARPI INEDITA, BELLEZZE TUTTE DA SCOPRIRE

2018 Carpi Inedita_Manifesto_per FIAF_bassa

2018 Carpi Inedita_Manifesto_per FIAF

 

CARPI INEDITA, BELLEZZE TUTTE DA SCOPRIRE

 

PRESENTAZIONE

Quando ci è stato chiesto, a noi soci del Gruppo Fotografico Grandangolo BFI di Carpi, se eravamo interessati a far conoscere ai nostri concittadini quegli angoli non di consueto accessibili a tutti, siamo stati di fatto pungolati nel nostro vivo più profondo. Per natura siamo curiosi, cerchiamo sempre di cogliere quegli attimi, quei particolari che nessuno ha mai scoperto. Era quindi un invito che dovevamo cogliere.

Abbiamo iniziato il nostro percorso andando alla ricerca dei primi contatti possibili, attraverso l’ufficio tecnico del Comune, che ci ha concesso un primo elenco, che, man mano si apriva, ci ha indicato altri possibili contatti. Abbiamo voluto coinvolgere anche la nostra Diocesi, che, attraverso il proprio patrimonio, custodito nei vari luoghi che lei gestisce, ci ha fornito una ulteriore fonte di conoscenza di quella cultura che ha caratterizzato la nostra città nei secoli passati.

Dalle chiese del centro storico alle chiese delle periferie, dai palazzi comunali ai palazzi di ricchi signori dell’epoca, dalle chiese ancora inaccessibili per il recente terremoto alle dimore che avranno il privilegio di vedersi rifiorire con un nuovo restauro, tanti artisti si sono succeduti ad abbellire le varie dimore, per renderle più importanti di quello che non fossero già di proprio.

Mentre il progetto prendeva forma, ci siamo accorti che tanti particolari, fra quelli che già conoscevamo, di fatto non li avevamo ancora “visti”, non gli avevamo dato quell’importanza che noi abbiamo cercato invece di sottolineare con le nostre immagini. Abbiamo cercato di far apprezzare particolari che comunemente, per svogliatezza, molte volte, non siamo pronti a cogliere.

E abbiamo considerato che questa fosse un’opportunità da dover proporre, perché, nonostante fossero state dedicate tante pubblicazioni alla nostra città, che avevano illustrato in maniera molto ampia queste peculiarità, ancora non le conoscevamo, ancora non siamo in grado di apprezzarle come è giusto e doveroso sia.

In questo nostro progetto abbiamo voluto coinvolgere la cittadinanza di Carpi, curiosa come noi, di vedere propri punti di vista della città. Abbiamo quindi istituito un Contest Fotografico, della durata di 6 settimane, in cui poter inviare proprie immagini da portare all’attenzione, nostra e di tutto il pubblico che verrà a godersi queste nostre tipicità.

Ed è quindi dal 1 dicembre 2018 che si inaugurerà la mostra con tutte le immagini prodotte per questo progetto nella Sala dei Cervi, Palazzo dei Pio a Carpi. La mostra rimarrà aperta fino al 16 dicembre.

Dedichiamo questo intero progetto a tutti i cittadini di Carpi, distratti e indolenti, noi compresi.

 

Il presidente,

Danilo Baraldi

 

Fonte: FIAF – Emilia Romagna