//I carbonai di Serra San Bruno – di Marina Labagnara

I carbonai di Serra San Bruno – di Marina Labagnara

.

 

.

 

.

 

.

 

Nei boschi di Serra San Bruno, un piccolo Comune nell’interno della Calabria, sono rimaste poche famiglie che producono il carbone vegetale, un’antica “arte” fenicia tramandata di padre in figlio, oramai quasi estinta. Il lavoro del Carbonaio è senza sosta e senza cognizione temporale tanto da richiedere la turnazione notturna ed è per questo che è coinvolta tutta la famiglia.

Si sceglie la legna migliore e si costruiscono strutture che sembrano piccoli vulcani: gli “Scarazzi”, all’interno dei quali la legna cuoce. Si tratta di un lungo processo che dura anche un mese: una pila di tronchi di spessore largo formano una canna fumaria al centro e via via si aggiungono pezzi di legna sempre più sottili fino a completare la costruzione semisferica che si ricoprirà di terra umida.

Finita la cottura il covone verrà dissotterrato e confezionato in sacchi di iuta pronto per la distribuzione. Il carbone una volta destinato soprattutto al riscaldamento, oggi viene utilizzato solo per la ristorazione.

Marina Labagnara

 

 

I carbonai di Serra San Bruno

di Marina Labagnara

 

 














 

Fonte: Agorà di Cult