//MAURIZIO LIGABUE – Talent Scout

MAURIZIO LIGABUE – Talent Scout

 

 

 

 

 

 

 

 

TALENT SCOUT

 

Agorà Di Cult sarà il percorso di visibilità dei 4 Autori della Sezione Senior e 2 Autori della Sezione Giovani “Segnalati” dalla Commissione selezionatrice del Progetto FIAF “Talent Scout” 2019.

Le finalità di questo Progetto sono quelle di dare ai Presidenti di Circolo Affiliato FIAF l’occasione di far conoscere il lavoro di quei soci che, pur distinguendosi per capacità e passione, non hanno mai provato a confrontarsi con la platea nazionale della fotografia italiana. Ogni Presidente ha avuto la possibilità di proporre un socio della categoria GIOVANI (di età inferiore a 30 anni) e un socio della categoria SENIOR (di età superiore a 30 anni).

 

MAURIZI LIGABUE, Socio (Senior)
del Gruppo Fotografico “Grandangolo”, Carpi (MO)

Autore segnalato al progetto Talent Scout della FIAF.

 

Vivo a Correggio Reggio E. da sempre appassionato di fotografia, la mia formazione tecnica parte dalla fotografia analogica, fu un viaggio senza una meta precisa, foto di famiglia, vacanze, però mi permise di affinare la tecnica ma senza addentrarmi e dare una struttura alle cose che facevo.

Sono passato al digitale con un approccio diverso, un’idea fotografica tesa a raccontare i luoghi, gli incontri, le sensazioni,sensazioni, con l’ambizione di coinvolgere chi guarda.

Dal 2014 faccio parte del Gruppo Fotografico Grandangolo B.F.I. di Carpi.

Maurizio Ligabue

 

Le Opere

 

Foto singole.

















 

Portfolio: “Io sono una strada”

Il viaggio come percorso interiore, oltre i confini del reale,
la ricerca del sé attraverso gli elementi del paesaggio e l’identificazione tra uomo e natura. Cammino
onirico nella propria coscienza.
I destini dell’uomo sono come fiumi, alcuni scorrono veloci, senza incertezza, lungo facili
percorsi. Altri passano attraverso mille difficoltà, alternati da periodi di calma e tranquillità. Ma arrivano ugualmente al mare, con la consapevolezza di aver vissuto,
non solamente di esistere.

Maurizio Ligabue

 










 

Portfolio: “La Famiglia di Magalot e Marò…”

Con queste immagini ho voluto indagare cosa c’è oltre la maschera di questi due ra- gazzi, che si esibiscono come artisti di strada.
Spesso vedevo le loro perfomance, ma nn andavo mai oltre.
Pensavo fossero un pò strani, artisti, e che vivessero fuori dalle convenzioni!! Sbagliavo tutto, conoscendoli e frequentando la loro casa ho respirato la loro sereni- tà, quella dei figli,
Il lato artistico chiaramente pervade la casa come giusto che sia! Ho trovato una fa- miglia unita, con un invidiabile visione della vita!

Maurizio Ligabue








 

Portfolio: “La mia ragazza

La mia Ragazza….c’è

c’è nei momenti felici

c’è nell’educazione del figlio

c’è quando serve il conforto

c’è quando serve fermezza

volgo il mio sguardo e lei c’è

Maurizio Ligabue













.

Portfolio: “Il compostaggio”

E’ un processo di riciclaggio dei rifiuti organici attraverso il quale si ottiene un ottimo fertilizzante naturale, chiamato “compost”.

Il compost, o composto (dal latino compositum, ovvero costituito da più sostanze) è una pratica utile a stabilizzare biologicamente qualsiasi residuo organico convertendolo in un prodotto finale ricco di humus, dotato di elementi nutritivi di elevate proprietà fisiche, igienicamente sicuro, esente da semi vitali di erbe infestanti.

Detto anche terricciato o composta, è il risultato della bio-ossidazione e dell’umificazione di un misto di materie organiche

 












 

.

Portfolio: “Oltre i canneti, oltre gli scanni”

Il paesaggio è costituito da elementi naturali e artificiali e da forme viventi in divenire. Il concetto di paesaggio prevede in se stesso crescita, cambiamento, deterioramento e mantenimento.

I diversi elementi traducono i valori culturali in dimensioni paesaggistiche formali e spaziali che contribuiscono ad affermarne l’identità e la bellezza.

Il paesaggio va concepito come “un cantiere eterno”, in perenne trasformazione.

Vanno anche considerate e superate le contrapposizioni tra paesaggio come “dominio del naturale” e ambiente costruito come “dominio dell’artificiale”. Il paesaggio è ad un tempo naturale ed artificiale.

(Da manifesto per il Paesaggio Università Federico II Napoli )

 
















 

 

Fonte: Agorà di Cult