//Mira Mare – di Maurizio Martini

Mira Mare – di Maurizio Martini

 

 

 

 

 

 

 

 

Mira Mare è un racconto breve, focalizzato sul mare o meglio sulle sensazioni e i sentimenti che questo suscita in me fin da piccolo e che si rinnovano ad ogni incontro.

Prende avvio in un luogo e tempo precisi, il ritorno allo stabilimento balneare della prima infanzia, (lo stabilimento Miramare appunto). Nello sviluppo progressivamente si perde ogni riferimento spazio temporale per focalizzarsi sulle sensazioni e l’essenza stessa del mare e del rapporto con esso. L’intento è quello di fare del Mira Mare più un “luogo della mente” in cui riporre i propri ricordi e raccontarli.

Per questo motivo, in ripresa, ho deciso di non fotografare luoghi famosi e riconoscibili, da rivista patinata,  per raccontare un sentimento (riscoprendo) la fotografia vera, cercando di comunicare un’idea entrando in empatia con chi sia disposto ad osservare e comprendere.  Le fotografie, scattate in tempi e luoghi diversi, hanno proprio questo filo conduttore.

Il lavoro invita ad un percorso verso il mare con l’ingresso al Mira Mare e con fotografie via via dalla composizione più semplice ed essenziale fino all’incontro a tu per tu con il mare stesso.

Questa idea ha richiesto anche una post produzione attenta, strutturata e mirata. L’intento è quello di sviluppare fotografie a prima vista fuori tempo, quasi anni ottanta, con bassi contrasti e scarsa saturazione. Le motivazioni sono diverse, una, forse la prima, è di tipo culturale ed anagrafica. I colori tenui, quasi pastello, le ombre morbide sono i colori “fotografici” della mia infanzia, lontani nel tempo che a mio avviso sono quelli che meglio si sposano con l’idea alla base del portfolio, restituire più le sensazioni che i luoghi.

 

 

Mira Mare

 di Maurizio Martini

 










Fonte: Agorà di Cult