//Primo Letto – di Moscatelli Luisa

Primo Letto – di Moscatelli Luisa

Primo Letto – di Moscatelli Luisa

 

 

Resto sempre affascinata nello scoprire l’esistenza di antiche tradizioni che pensavo ormai perdute, perché mi permettono di vedere con occhio nuovo un mondo che di fatto non c’è più, ma che continua ostinatamente a lottare per sopravvivere, a dispetto del tempo che scorre.

Forse perché da ragazza mi sentivo molto lontana da quelle tradizioni che ritenevo fossero troppo diverse da me e dal mio modo di sentire, molto più aperto e all’avanguardia per i tempi.

L’estate scorsa si è sposato mio figlio e quando mia nuora, mi ha chiesto di non prendere impegni per il giorno in cui ci sarebbe stata la preparazione del “primo letto”, mi sono subito interessata a capire e studiare le radici di questo rito.

L’idea di farne un racconto fotografico, il mio primo racconto fotografico, è stata immediata. Quasi una necessità interiore.

Ho vissuto le fasi del rito nella doppia veste di persona coinvolta e di spettatrice curiosa; sono stata un’invisibile presenza, libera di muovermi e libera di cogliere le mie emozioni che dal cuore passavano direttamente all’obiettivo che inquadrava.

La scelta del bianco e nero, infine, è venuta spontanea perché mi sembrava la più adatta e la più efficace a mettere in evidenza il contenuto del mio racconto e a mantenere un filo di congiunzione con quel passato su cui affondano le radici della nostra identità.

Luisa Boscarelli












Fonte: Agorà di Cult