//SENTIERI DI GUERRA – di Cinzia Burtini

SENTIERI DI GUERRA – di Cinzia Burtini

.

 

.

 

.

 

 

 

 

SENTIERI DI GUERRA

 di Cinzia Burtini

 

Il progetto “Sentieri di guerra”, sfociato, in occasione del centenario della Grande Guerra, nella realizzazione di un libro con circa duecento immagini, nasce dal connubio delle mie passioni per la montagna, la fotografia e la storia del Primo Conflitto Mondiale.

A distanza di tanti anni, nelle zone di guerra la natura si sta riappropriando dei propri spazi, i manufatti si sgretolano, i monti scavati e sconvolti dalle esplosioni si limano, ma ancora rimangono, per chi li sa vedere, i segni di un passato quotidiano, seppur eccezionale, che ci racconta vicende di dolore e sofferenza.

Ripercorrere a passi lenti i sentieri di guerra, cercando quei segni che il tempo sta cancellando, è un modo per fare memoria e riconoscere ai soldati che vissero su quelle montagne, spesso in condizioni impossibili, il diritto a non vedere dimenticato il loro Sacrificio.

 

Fotografando trincee, caverne, carta catramata o scatolette arrugginite possiamo comprendere, attraverso un processo di immedesimazione, a quale dura e spesso mortale esperienza, quegli uomini fossero stati chiamati dalla Storia.

Gli scatti allora non si fanno solo ricordo di un passato non testimoniato, ma divengono tramite e monito per realizzare che la sua conoscenza è l’arma imprescindibile per costruire la Pace.

 

Cinzia Burtini

 






























 

 

 

 

 

Fonte: Agorà di Cult