//TRA FORCOLE E REMI – di Manfredo Manfroi

TRA FORCOLE E REMI – di Manfredo Manfroi

 

 

.

 

.

 

.

CRONACHE Di Cult

“Tra forcole e remi” è una mostra fotografica di Manfredo Manfroi, esposta alla galleria La Salizada di Venezia nel mese di novembre 2018.

 

Ripescate dall’archivio dove erano state sepolte per quarant’anni senza mai essere state stampate tranne tre esemplari, le fotografie scattate da Manfredo Manfroi nell’atelier laboratorio di Giuseppe Carli sono state proposte al pubblico nella mostra “Tra forcole e remi”  tuttora in corso (sino al 17 novembre) presso la Galleria La Salizada (San Marco 3448) nel centro storico veneziano.

E’ sembrato all’Autore che fosse motivo d’interesse riportare all’attenzione del pubblico l’attività quasi leggendaria di uno dei reméri storici, Giuseppe Carli, per decenni punto di riferimento per tutti coloro che per diletto o per professione praticavano la voga.

Carli, infatti, dopo il declino del remo a partire dal dopoguerra causato dal progressivo uso del motore, ebbe un improvviso ritorno di notorietà in coincidenza con la regata della Vogalonga che fece riapprezzare ai veneziani il piacere del remare all’impiedi.

Il reportage avvenne  in modo del tutto occasionale; Manfroi stava percorrendo in barca i rii secondari del sestiere di Castello allorchè s’imbattè nella riva d’acqua della bottega Carli, a lui del tutto sconosciuta; incoraggiato a entrare, si trovò di fronte a uno degli ambienti più originali e tipici della città.

A favorire la qualità degli scatti fu la luce zenitale (era circa mezzogiorno) che scendeva dall’ampio lucernario e che permise all’Autore di sottolineare in chiaroscuro lo straordinario ensemble di strumenti di lavoro, manufatti in via di rifinitura e reperti d’ogni tipo.

La luce, come in ogni fotografia che si rispetti, fu l’elemento chiave che aggiunse al taglio  documentario delle immagini un tono quasi fiabesco sottolineando l’opera di uno straordinario folletto, Giuseppe Carli, la cui memoria viene ravvivata da questa mostra che vuole essere allo stesso tempo omaggio a un grande artigiano e testimonianza di una tradizione che si spera sempre viva e vitale.

 

 

TRA FORCOLE E REMI

 di Manfredo Manfroi

 












 

 

 

 

 

Fonte: Agorà di Cult